Reviste Giornali

Wiener Strauss-Company  Astrid Wilhelmsen   Don Giovanni, "Zerlina" 


REVISTE

“Supremo incanto”
“Stupefacente era la potenza e la chiarezza della voce di Astrid Wilhelmsen. Nonostante la maggior parte degli spettatori non comprendesse la lingua, essi sono stati in grado di gustare il concerto, poiché la cantante possedeva l’abilità, attraverso i suoi mezzi espressivi, di rendere affascinanti i brani cantati. Con la sua interpretazione ha convinto tutti [...] e ha ottenuto l’effetto di tenere il pubblico incantato come per magia.”
The Himalayan Times, 24.02.08

 
"Tratto per gli appassionati della musica"
"La combinazione generata da questo trio di Vienna (“Vienna Classical Trio”) è stato un grande arricchimento per gli ascoltatori. Le composizioni che esse hanno esegito sono stati di Mozart, Schubert, Strauss, e Dostal […] che coinvolgono il pubblico, creando una magia musicale. "
Aneesa Sareen, Chandigarh Tribune, 27.02.08
 
”Suoni magistrali da Vienna”
„Meraviglioso! Astrid Wilhelmsen ed i musicisti della “Wiener Strauss-Company” (musicisti dei ”Wiener Symphoniker”) hanno fornito una splendida performance. I musicisti dell ”Wiener Symphoniker” hanno suonato non solo con concentrazione profondo, ma anche con grande piacere, con perfetto sincronia negli dettagli e con precisione fantàstico dell’intonazione. Ma è stata ancora una volta Astrid Wilhelmsen ad impressionare maggiormente. Si è dimostrata cantante ed artista eccellente. Durante tutta la sera ha incantato il pubblico con la sua interpretazione, e la sua presenza eccezionale. Naturalmente tutte le due conceti sono stati esauriti, qualcos’altro è stato impensabile. Il pubblico hanno applaudito con alte grida di ”bravi”. Noi pensiamo che questo concerto è stato il più favoloso che si hanno mai visto.”
Tatiana Makarevich-Johansen, DT, 22.09.07

Per questo concerto, Astrid Wilhelmsen ha ottenuto” 6 Stelle” su 6 possibile!

 
“Fascino esotico
“L’udito degli ascoltatori è stato particolarmente gratificato quando Astrid Wilhelmsen ha spiegato la sua voce dal timbro pieno e grave Astrid Wilhelmsen, ha offerto, in passi solistici molto impegnativi, un ampio panorama della ricca tavolozza della sua arte canora. Applausi fragorosi per un concerto di alto livello.”
Iris Zumbusch, Kölner Stadt-Anzeiger, 11.10.06

 
“Concerto islandese”
“La serata è stata impreziosita dalla soprano Astrid Wilhelmsen. Con i suoi Lieder viennesi ed italiani cantati con gran temperamento ha portato nel concerto il profumo dei paesi del sud.”
Gert Kreutzer, Deutsch-Isländische Nachrichten, Okt.06

 
“Pienezza di suono ricco di armonici”
“Degna di lode la sua esecuzione dello splendido ”Inno alla Luna” dall’opera Rusalka, che ella ha proposto nella versione originale in lingua ceca. Qui la cantante ha potuto spiegare una voce che nel registro acuto possiede una gradevole pienezza di suono.”
Johannes Schmitz, Köln, Nov. 2004

 
“Semplicemente meraviglioso”
“Meraviglioso – semplicemente così si può descrivere l’ingresso in scena della cantante.
Con forza portante
, romantica, delicata è la sua voce.”
Peter Lorber, Köln, 25.11.02

 
“Danubio blu ancora più blu”
“Astrid Wilhelmsen è veramente entrata col suo canto nel cuore di coloro che, come ipnotizzati, questa sera erano qui seduti ed hanno ascoltato la sua eccelsa esecuzione.”
-VS, DV, 05.09.2000

 
“Rosse pene d’amore
”Il soprano Astrid Wilhelmsen è stata splendida nella rappresentazione de “La voix humaine”. La sua interpretazione della disperata è stata intensissima – e “francese”. Con voce splendida, piena ed intensa ha saputo toccare quasi l’intera gamma delle emozioni umane nella lingua madre di Cocteau.”
May Linn Gjerding, Rogaland Avis, 27.10.1999

Per la sua parte nello questo opera, Astrid Wilhelmsen ha ottenuto” 6 Stelle” su 6 possibile!

 
”Ich bin verliebt” ( "Sono innamorata")
"Wiener Opernball Damenensemble ed Astrid Wilhelmsen hanno presenta un concerto indimenticabile con un successo strepitoso di una sala piena. – ”Sono inamoratoa”, ha cantato Astrid come la pensa sinceramente. Il concerto in ”Rjukanhuset” venerdì sera è stata una esperienza di rara! "
Arne Persson, Rjukan Arbeiderblad, set. 98

 
„L’arte di cantare la „Dolce Vienna“”
“il pubblico (incredibilmente numeroso), si è abbandonato senza riserve alle dolcezze nostalgiche di un tempo che fu, grazie anche al garbo del soprano Astrid Wilhelmsen, della voce fresca e aliena dalle melensaggini in cui era facile cadere. Alla fine, dopo molti bis, la militaresca Marcia di Radetzky ritmata dal pubbliko.”
Ivana Musiani, Il Tempo Roma, 26.07.98

 
”Musica barocca doc ad Acireale”
ACIREALE – “Calibrati accordi e melodie di fine tessitura musicale stanno rivvivando le pigre serate acesi in questi giorni di festa. […] sta ottenendo un grande successo di pubblico. La prima serata ha visto l’esibizione – nella splendida Cattedrale – di due voci: il soprano Astrid Wilhelmsen e il contralto Patrizia Patelmo accompagnati dall’orchestra “I giovani filarmonici siciliani” diretti da maestro Angelo Licalsi. In programma G. B: Pergolesi di cui è stato eseguito lo “Stabat Mater” per soprano e contralto […] Un pubblico di oltre 4000 spettatori ha applaudito a lungo gli artisti, sottolineando in particulare la qualità delle due “voce” e l’ottima intesa tra le stesse e l’orchestra.”
Salvatore Pittra, LA SICILIA, 03.01.98

 
"Quinquies domina" Suggestiva esecuzione tra le sonorità di Celso”
“[...] un programma di musiche di Verdi, Puccini, Gershwin, Ranzato, Johann Strauss jr., Sieczynski e - appunto - Celso [...] E le “Domina” hanno eseguite con grande impegno; un impegno del quale, peraltro, hanno dato prova anche interpretando le altre paghine in programma, alle quali ha dato il proprio contributo anche il soprano norvegese Astrid Wilhelmsen con un’accativante vocalità. Molto contento il pubblico che affollava la Sala Costarelli del Municipio acese, e concessione di due bis.”
Michele La Spina, Gazzetta del Sud, 11.03.97

 
”Amici della Musica”
“La seratà è stata arrecchiata dal canto di Astrid Wilhelmsen, un soprano norvegese dalla voce e dall’aspetto deliziosi, gjà noto ai musicofili catanesi.”
Michela La Spina, GAZZETTA DEL SUD, 17.06.96

 
“Grandioso concerto“
„Non è dato a molti artisti di muoversi nelle alte sfere dell’arte, ma questo è ciò che ha fatto la soprano Astrid Wilhelmsen in gran parte del suo concerto di ieri. E’ stato nella parte dedicata all’operetta di Lehàr, Strauss, Stolz e Dostal che il suo talento vocale e scenico si è messo in massima luce, con piena capacità artistica. Allo stesso modo, la sua spontaneità e la sua dinamica espressività hanno contribuito a dare alle parti cantate un carattere personale. Con voce controllata, ricca di colori e variazioni timbriche, queste parti si sono rivelate un evento assai gradito per i molti presenti.”
Terje Fredriksen, Fremtiden 03.03.94

 
“Ospiti caldi dalla Terra dei ghiacci”
“I giovani, belli, talentuosi, biondi discendenti dei vichinghi erano pieni di passione artistica e di giovanile entusiasmo. La dolce Astrid Wilhelmsen possiede una meravigliosa voce di soprano. Come può una creatura così delicata avere una voce così grande?”
M. SASKOVA, Kúltúra, nov. 94

 
“Concerto di successo”
“La soprano Astrid Wilhelmsen possiede una tecnica che si può dire quasi perfetta. La voce ha una pienezza fastosa, e un sonoro registro ricco che ella sa ben impiegare. Un gran talento musicale combinato con una solida capacità tecnica fa sì che ella riesca facilmente ad avvincere il suo pubblico.”
Terje Fredriksen, Femtiden, 09.08.91